Ambientiamoci-nema, questa sera alle 21 la serata finale della rassegna di corti dedicati alla tutela della natura

Tutto pronto ad Itri presso la Corte Comunale per AMBIENTIAMOCI-NEMA, la Rassegna Cinematografica organizzata dal Parco Naturale dei Monti Aurunci in collaborazione con l’Associazione Respiriamo Cultura nell’ambito degli eventi estivi #viviparchidelazio realizzati con il contributo della Regione Lazio. Tre appuntamenti, tanti ospiti e proiezioni con l’intento divelvet-rose-personal-water-based-lubricant
adidas yeezy boost 350 v2 mono ice
wmns air max 270
human lace front wigs
jordan retro 4
custom sublimated hockey jerseys
air jordan 4 retro military black
air jordan 1 element
sex toys for couples
best human hair wigs for black females
best human hair wigs for black females
black friday wig sale
custom nhl hockey jerseys
air jordan 4 retro military black
durex intense vibrations ring
sensibilizzare e offrire una panoramica sulla cinematografia green. Spinti dal bisogno di indagare su alcuni degli scenari più recenti per proporre nuove prospettive sulle tematiche emergenti in materia ambientale utili ad arricchire il senso comune su un tema ampiamente discusso nello scenario pubblico a noi contemporaneo.
La rassegna presentata da Robert Rivera ed introdotta da Marta Cardogna e Jennifer Assaiante è anche un momento per fornire spunti di riflessione sulla bellezza, la ricchezza e la fragilità del nostro pianeta.
Dopo il successo del 27 Agosto e del 3 Settembre con la presenza di svariati ospiti come il direttore del Parco Monti Aurunci dott. Giorgio de Marchis, il dott. Simone Di Biasio, il giornalista Andrea Brengola e l’assessora all’ambiente della Regione Lazio Elena Palazzo, ci rincontriamo ad Itri Giovedì 7 Settembre per AMBIENTIAMOCI-NEMA.
La serata sarà incentrata sulla tematica ambientale utile per continuare a riflettere sull’argomento e per proporre nuove prospettive. Ospiti della serata la scrittrice Rossella Tempesta e il dott. Federico Saccoccio con i quali si affronterà un dibattito costruttivo seguendo il filone delle precedenti serate. La direzione artistica della serata sarà condotta dal dott. Virginio Palazzo. A seguire la proiezione di cortometraggi e documentari per ampliare il panorama tematico fin qui proposto.
Conoscere il nostro pianeta è un passo verso il proteggerlo ed anche il Cinema può essere uno strumento adatto per discutere, sensibilizzare e condividere visioni sull’argomento.

Campeggio nel Parco Naturale dei Monti Aurunci e del Monumento Naturale di Montecassino – Stagione 2023

In merito alle modalità di esercizio delle attività di campeggio libero all’interno del perimetro del Parco,
Visto il Piano del Parco ed il relativo Regolamento adottato dall’Ente con Delibera n°93 del 28/05/2004 e le modifiche adottate con Delibera n°14 del 04/02/2005;
in attesa dell’approvazione definita del suddetto Piano da parte della Regione Lazio;
vista la D.P.G.R. T0154 del 10/03/20210 con la quale la Regione Lazio ha istituito il Monumento Naturale di Montecassino affidandone la gestione all’Ente Regionale Parco dei Monti Aurunci;
visto il disposto dell’art. 8 della Legge Regionale n°29 del 06/11/1997;
visto il disposto dell’art. 5 della Legge Regionale n°59 del 08/05/1985;
ritenuta indispensabile la preventiva autorizzazione scritta del Sindaco alle attività di campeggio in aree appositamente individuate;

SI DISPONE

Che le stesse attività siano autorizzate nel rispetto delle seguenti prescrizioni:

 Si potrà autorizzare il campeggio esclusivamente in aree appositamente individuate;
 ogni autorizzazione rilasciata dovrà avere una numerazione progressiva, ben visibile e riscontrabile sui luoghi di campeggio;
 la circolazione dei mezzi di rifornimento (regolarmente autorizzati), è consentita solo sulle strade asfaltate o in terra battuta presenti sul luogo;

 le autovetture dovranno essere parcheggiate su piazzole o slarghi presenti nella zona, e non dovranno pertanto sostare sul manto erboso;
 la dimensione dei gruppi di persone deve essere tale da evitare qualsiasi forma di assembramento e i gruppi di persone devono distare non meno di 30 mt. l’uno dall’altro, al fine di ridurre al minimo l’impatto sui luoghi interessati;
 la permanenza nella zona di campeggio non potrà superare i 15 giorni;
 ciascun gruppo dovrà essere dotato di mezzi idonei per lo spegnimento di incendi (badili e flabelli battifiamma);
 eventuali latrine, costituite da piccole buche, dovranno essere localizzate lontano da sorgenti, impluvi, doline e gestite gettando dopo ogni uso della paglia e dell’ossido di calcio per la disinfestazione;
 al termine del campeggio, le buche dovranno essere colmate di terra ed il terreno circostante dovrà essere conguagliato e costipato;
 è severamente vietato il danneggiamento del soprassuolo boschivo;
 è severamente vietato disturbare gli animali selvatici e al pascolo;
 dovrà essere evitato assolutamente l’inquinamento delle acque, delle sorgenti e dei fontanili con detersivi ed altri prodotti inquinanti;
 è severamente vietato scavare canalette di gronda, fossi o altro intorno alle tende;
 le rocce anche quelle più piccole non vanno mai rimosse;
 è severamente vietato abbandonare rifiuti di qualsiasi tipo;
 la raccolta dei rifiuti è predisposta dal piano per lo smaltimento degli stessi, vigente nel Comune di appartenenza che prevede la raccolta differenziata;
 per cucinare, i gruppi dovranno utilizzare fornelli sopraelevati, posizionati in zone sicure, che dovranno essere spenti accuratamente dopo il loro utilizzo;
 sono vietati schiamazzi di qualsiasi tipo, radio e fonoriproduttori dovranno essere utilizzati con moderazione con l’ausilio di cuffie e/o a volume bassissimo;
 alla fine del campeggio dovrà essere dedicata particolare cura alla cancellazione di qualsiasi traccia di campeggio, con lo spirito di lasciare il posto in condizioni migliori di come è stato trovato;
la conclusione del campeggio andrà comunicata al Servizio Vigilanza dell’Ente Parco tramite email: info@parcoaurunci.it allegando alla stessa relativa documentazione fotografica dello stato della piazzola;
 il campeggio dovrà essere svolto nel rispetto di tutte le altre eventuali regole, e in particolare della legge n. 394/91 “legge quadro sulle aree protette” e L.R. n.29/97 “Norme in materia di aree naturali protette regionali”.

Si raccomanda, inoltre, che tutte le autorizzazioni rilasciate, indicanti in maniera precisa il numero dei campeggiatori, il numero progressivo dell’area interessata, il responsabile di ciascun gruppo (di età non inferiore ai 18 anni) e il luogo esatto su mappa catastale dell’accampamento, dovranno pervenire a questo Ente Parco, prima dell’inizio del campeggio, affinché siano attivate tutte le misure di tutela e di controllo.

Nuovi alberi con Ossigeno

Nuovo avviso pubblico per il recepimento di manifestazioni di interesse per la messa a dimora di alberi e arbusti

La Regione Lazio ha pubblicato l’avviso per l’apertura a sportello per il recepimento di manifestazioni di interesse per la messa a dimora di alberi e arbusti.

Si tratta di proposte per la piantumazione di nuovi alberi, per il rimboschimento urbano e periurbano del territorio regionale, per contrastare il cambiamento climatico.

Visualizza l’avviso pubblico

Divieto di circolazione per quod, motocross e mototrial sui sentieri del Parco nel comune di Spigno Saturnia

Con Ordinanza n. 7 del 2 febbraio 2023 è stato interdetto il traffico di motocicli (quod, cross, trial) sui seguenti sentieri CAI del Parco nella porzione ricadente nel comune di Spigno Saturnia:

  1. 969
  2. 968
  3. 962
  4. 963
  5. 963b
  6. 913
  7. 913b
  8. 913c
  9. 967
  10. 970
  11. 970b

E’ in corso l’istallazione di segnaletica dedicata da parte dell’ente parco

 

Il 14 e 15 gennaio alla scoperta della Via Francigena a sud nel Lazio

La DMO  Via Francigena a sud nel Lazio ci porta a tra Itri e Fondi per conoscere “Il Sentiero degli Eremiti” un suggestivo cammino tra natura, tradizione e storia.
Di seguito il programma e i contatti per info e prenotazioni.
Buon cammino!

PROGRAMMA
14 GENNAIO Itri – santuario della Civita – Ostello Ossigeno circa 8 Km
Arrivo a Itri alle Ore 9:00 trasferimento con pullman privato dalla Stazione al centro di Itri, incontro- accoglienza con rappresentanti Amministrazione Locale, in Piazza Umberto I. Breve visita del Centro Storico.
Si parte dal centro cittadino lungo la strada Civita Farnese voluta fortemente dai re di Napoli e dal papato per favorire il pellegrinaggio al santuario della Madonna della Civita protettrice della città di Itri, in contrada Raino si devia dalla strada per prendere il sentiero che annualmente i devoti percorrono per andare in pellegrinaggio presso il santuario, successivamente si riprende la Civita Farnese per raggiungere l’Ostello Ossigeno. Sul percorso si incontrano molte edicole votive lungo il sentiero.
Cena , pernottamento e colazione presso Ostello Ossigeno euro 45

15 GENNAIO Ostello Ossigeno – Fondi circa 15 Km
Dall’ostello ossigeno si prende il sentiero che costeggia il monte le Vele e raggiunge l’antico eremitaggio benedettino di San Vennitto, da qui attraverso sentiero CAI si raggiunge l’orto botanico in località crocette e la chiesa di Santa Maria Romana (o vallumana) con la caratteristica sorgente, dalla chiesa si imbocca il sentiero che porta verso Fondi passando per l’antico insediamento preromano di pianara, recentemente indagato da archeologi delle università di Pavia e Siena, in ultimo si raggiunge Fondi e villa Placitelli dove tra gli alberi di agrumi si possono scorgere i resti di un tempio dedicato alla dea egizia Iside, merenda presso la Casa del Pellegrino .

INFO E PRENOTAZIONI 320 61 96 535
segreteria@dmofrancigenasudlazio.it

Cultura e spettacolo, avviso pubblico per la costituzione di un elenco di operatori

Con Deliberazione del Presidente n.31 del 15/06/2022 il Parco Naturale dei Monti Aurunci ha istituito un ”Elenco dei Soggetti operanti nel campo della Cultura, dello Sport, del Turismo e dello Spettacolo”.

L’iscrizione all’Elenco rappresenta la condizione necessaria per l’eventuale affidamento di incarichi o stipula di convenzioni relative allo svolgimento di attività nell’ambito dei Settori della Cultura, Sport, Turismo e Spettacolo da parte dell’Ente.

All’Elenco possono essere iscritti singoli, società ed associazioni in possesso dei requisiti indicati nel “Regolamento dell’Elenco dei Soggetti operanti nel campo della Cultura, dello Sport, del Turismo e dello Spettacolo”.

L’iscrizione all’Elenco è disciplinata dal “Regolamento dell’Elenco dei Soggetti operanti nel campo della Cultura, Sport, Turismo e Spettacolo” disponibile nelle pagine web istituzionali dell’Ente.

Avviso Pubblico

Regolamento

Allegato 1 – domanda di iscrizione

Allegato 2 – Autorizzazione Trattamento Dati

“Symposium on Social Transition and Climate Change”

Symposium on Social Transition and Climate Change
Symposium on Social Transition and Climate ChangeIl  3-4 giugno 2022 al Castello Angioino di Gaeta si svolgerà il “Symposium on Social Transition and Climate Change”, un evento che verterà sul cambiamento climatico, una minaccia globale al nostro ben-essere socio-economico e di salute.
Venerdì 3 giugno alle ore 09:00 ci sarà l’accoglienza dei partecipanti con conseguenti saluti del Presidente del Parco dei Monti Aurunci Marco delle Cese e l’intervento del Direttore del Parco dei Monti Aurunci Giorgio De Marchis, sul contributo dinamico delle aree naturali protette per il contrasto del cambiamento climatico
 
La giornata andrà avanti fino alle ore 19:00 con conclusivo aperitivo sociale.
 
Sabato 4 giugno alle ore 09:00 ci sarà la visita al Castello di Gaeta e dalle ore 10:00 si discuterà insieme insieme a storici e storiche dell’ambiente, studiosi e studiose nel campo dei media, giornalisti e giornaliste, comunicatori e comunicatrici per andare oltre il giornalismo ambientale, inteso come ambito tematico, e ripensare il giornalismo come terreno d’espressione per le nuove generazioni che guardano da protagoniste ad un modello di convivenza pacifica tra i popoli, nel segno dell’equità e dell’utilizzo razionale delle risorse, con cui si concluderanno le due giornate.
L’evento sarà con ingresso libero gratuito e si terrà nel rigoroso rispetto di tutte le regole previste dalle normative anti Covid. Con attenzione e controllo per: distanziamento, sanificazione, dislocazione degli spazi, affollamento, verifica della temperatura corporea e con la richiesta a tutti e a tutte di indossare la mascherina.
A chiusura della manifestazione del venerdì, il Parco dei Monti Aurunci organizzerà “l’aperitivo aurunco”, con degustazione di prodotti tipici locali contestualmente ad un evento musicale acustico legato anch’esso alla tradizione.

Torna la gara “Let’s Trail Monti Aurunci tra cielo e mare”

L’Asd Poligolfo, con il patrocinio del Parco Naturale dei Monti Aurunci, del Comune di Formia, della 17^ Comunità Montana dei Monti Aurunci, ASI, il Soccorso Alpino di Cassino, la Protezione Civile VER Sudpontino, il gruppo ciclistico “ASD Aurunci Cycling Team”, l’Associazione Radioamatori Italiani Sez. Basso Lazio, organizza la 5a edizione della gara di corsa in montagna Let’s Trail “Monti Aurunci – Tra cielo e mare”.in programma il 27 giugno a Formia.

PROGRAMMA
– Ore 08:00: Ritrovo Formia –Maranola “Area del Pellegrino” località La Starza
– Ore 10:00-10:30: Partenza gara a batterie
– Ore 14:30 Premiazione
Poiché si adotteranno le procedure previste nel rispetto del DPCM corrente circa l’emergenza sanitaria COVID 19, il pasta party non sarà effettuato come di consueto e pertanto agli atleti verranno consegnati dei sacchetti sigillati contenenti viveri di conforto ed un buono per una consumazione.

La gara si svolge in ambiente montano all’interno del Parco Naturale dei Monti Aurunci. La distanza è di circa 12 Km circa e D+650m, con partenza dalla località predetta a 800 m slm e si articola lungo i sentieri CAI che portano a M.te S.Angelo (1.404 m), monte Redentore per fare ritorno lungo il sentiero escursionistico storico religioso di Pornito Eremo San Michele Arcangelo (1.220 m). Lungo il tracciato saranno allestiti dei posti di controllo per la punzonatura e l’assistenza, e. 2 punti di ristoro. Gli addetti al ristoro indosseranno mascherine e guanti monouso al fine di procedere al riempimento di ecotazze e borracce, nonché fornire sacchettini sigillati con cibi solidi. Ai punti di ristoro i partecipanti dovranno indossare obbligatoriamente la mascherina. Iscrizioni

Per la partecipazione alla gara è assolutamente necessario essere pienamente coscienti della lunghezza e della difficoltà della prova ed essere allenati per affrontarla. La competizione si svolge interamente in ambiente montano e quindi su sentieri sterrati, carrareccie, mulattiere, single track, bosco, cresta rocciosa e quindi è indispensabile avere la sicurezza di corsa su strade che non siano asfaltate e considerare che ci possono essere condizioni climatiche avverse (pioggia, nebbia, freddo, vento forte ecc) ed essere in grado di poter gestire da soli problemi muscolari dovuti all’affaticamento, digestivi e mentali.

La partecipazione avviene sotto l’intera responsabilità dei concorrenti che rinunciano ad ogni richiesta di risarcimento contro gli organizzatori in caso di danni fisici.
Al momento del ritiro del pettorale i concorrenti dovranno sottoscrivere una liberatoria di discarico della responsabilità. Le iscrizioni possono essere effettuate on-line sul sito www.digitalrace.it oppure inviando la documentazione tramite email agli indirizzi info@digitalrace.it / amatori@poligolfo.com entro e non oltre le ore 20.00 del 24/6/2021.

La quota d’iscrizione è di € 15,00 da pagare esclusivamente mediante bonifico bancario sul c/c bancario intestato a ASD Poligolfo Iban IT81I0529673980CC0070042590. Per motivi legati alla sicurezza, NON sarà possibile iscriversi il giorno della gara. Qualora non trasmesso al momento dell’iscrizione online, il giorno della gara in loco ed al momento del ritiro del pettorale, dovrà essere esibita la tessera d’iscrizione alla EPS/Runcard/Fidal e del certificato medico sportivo in corso di validità.

Iscrizioni di società: Le iscrizioni devono essere redatte su carta intestata della Società, complete dei dati anagrafici (cognome, nome, data di nascita, numero di tessera e categoria) essere sottoscritte dal presidente della stessa a garanzia che i propri atleti iscritti sono in regola con il tesseramento e con le norme sulla tutela sanitaria dell’attività sportiva e ricevuta del bonifico cumulativo.
Iscrizioni singole: per iscriversi inviare tessera Fidal e/o Ente Promozione Sportiva e/o Runcard, certificato medico sportivo in corso di validità e copia del bonifico.

Monitoraggio Cinciallegra, obiettivo raccogliere dati sulla su presenza nell’area protetta

La cinciallegra (Parus major Linnaeus, 1758) è un uccello passeriforme di piccole dimensioni appartenente alla famiglia dei paridi, delle dimensioni di 15 cm. circa e con una apertura alare di 20-24 cm., presenta un piumaggio verde nella parte superiore del corpo mentre il petto è di un giallo brillante attraversato da una banda nera, le ali sono grigio-blu e presentano una striatura bianca, il becco e il collo sono neri, mentre le guance e le piume che coprono le orecchie sono bianche.

Diffusa in tutta Italia frequenta ambienti semi-alberati quali margini di boschi, campi con filari d’alberi, giardini, frutteti e parchi urbani. Si ciba di insetti, frutti e semi.

Nidifica nelle cavità protette degli alberi, di muri, vecchi nidi abbandonati o nei nidi artificiali e spetta alla femmina la costruzione del nido con muschi, steli di erba e piume. Le 8-15 uova deposte sono incubate per circa 15 giorni sempre dalla femmina, alla quale il maschio procura il cibo. I pulcini vengono accuditi da entrambi i genitori per circa 20-30 giorni dalla schiusa e diventano indipendenti dopo altre 3-4 settimane. In un anno compie una o due covate a partire dalla fine di marzo.

Nel Parco Naturale dei Monti Aurunci il monitoraggio della cinciallegra è partito all’inizio di quest’anno, coinvolgendo personale del Servizio dei Guardiaparco e del Servizio Naturalistico in collaborazione i colleghi della Riserva Naturale Selva del Lamone e il Servizio Naturalistico del Parco Ri

viera di Ulisse e dei tecnici dell’ISPRA, con l’obiettivo di raccogliere dati sulla sua presenza e distribuzione all’interno del territorio dell’area protetta. Sono state posizionate 40 cassette nido, costruite dalla falegnameria del Parco, in due zone differenti del Parco e a cadenza periodica vengono controllate. Ad oggi quasi tutte le cassette sono state occupate da specie quali cinciallegra, cinciarella (Cyanistes caeruleus) e cinciabigia (Poecile palustris).

Si raccomanda di non toccare o manomettere le cassette nido in modo tale da non arrecare disturbo a chi occupa le occupa.

Novembre di escursioni nel Parco dei Monti Aurunci

“Tra i colori ed i profumi del Parco Naturale dei Monti Aurunci”, è il titolo del fitto calendario escursionistico proposto dalla Guida Ambientale Escursionistica Daniele Ruggeri per il mese di novembre nel Parco dei Monti Aurunci.

Si partirà domenica 11 novembre con “l’Anello di Monte Ruazzo” con partenza dal Rifugio Acquaviva.

Per informazioni e prenotazioni: Daniele Ruggieri 320 7045652