La popolazione di Rovelle di Settecannelle appartiene ad un ceppo esclusivo dell’Italia meridionale

 

Rovella
immagine presa da http://www.ittiofauna.org/

Il giorno 07/10/2021, con l’autorizzazione dell’Ente Parco,  il Dott. Gerardo Petrosino, dottorando dell’Università di Roma “Sapienza”, ho effettuato il campionamento dei
pesci presenti nel monumento naturale di Settecannelle, in particolar modo della Rovella Sarmarutilus rubilio.

I risultati della ricerca,  sono stati resi noti con la pubblicazione del relativo articolo sulla rivista scientifica Genes, redatto dalla Dott. Petrosino e dai suoi collaboratori (leggi l’articolo)

Nell’articolo, che si occupa per la prima volta della diversità genetica intraspecifica della Rovella, il sito di Settecannelle è indicato con la sigla SET e da un quadrato blu nelle mappe/grafici.

Lo studio ha rivelato che la popolazione di Rovelle di Settecannelle appartiene ad un ceppo genetico esclusivo dell’Italia meridionale, chiamato ceppo B (Figura 2 nell’articolo e torte blu in Figura 3); la maggior parte delle rovelle analizzate nel resto d’Italia appartiene invece al ceppo A.

Le differenze fra ceppo A e B di rovella sono tanto significative da essere quasi paragonabili a quelle che si osservano fra specie diverse.
Dalle analisi è stato scoperto che, sebbene il gruppo B sia originato proprio nell’Italia meridionale (compreso il basso Lazio), questo è stato soppiantato nel suo areale dal gruppo A, proveniente dal bacino del Tevere.
In questo contesto la piana di Fondi (ovvero il sito SET e il vicino lago di San Puoto, sigla SPU) rappresenta un’area unica dal momento che qui sono state trovate solo rovelle del gruppo B, probabilmente protette dall’invasione delle rovelle A grazie all’isolamento costituito dai monti Ausoni-Aurunci.

Oltre questi monti (sia a nord, codice SIS nell’articolo, che a sud, codice SCR, Figura 1), invece le popolazioni di rovelle sono miste, con la netta predominanza di quelle A.
Alla luce di queste osservazioni gli autori, nella sezione finale dell’articolo, suggeriscono una serie di azioni per la conservazione di questa specie (presente nell’Allegato II della Direttiva
Habitat), soprattutto in quei siti come Settecannelle che rappresentano un unicum dal punto di vista genetico.

Nel dettaglio evitare l’introduzione di specie ittiche che possono entrare in competizione con la rovella (ex Persico sole, Rutilo, Triotto) ed assolutamente evitare nella piana di Fondi l’immissione di rovelle provenienti da altre zone (anche dalla stessa provincia di Latina), in tal modo infatti si andrebbe ad inquinare irrimediabilmente il patrimonio genetico unico di quest’area.

Le analisi non sono ancora finite e al momento i ricercatori stanno lavorando alla pubblicazione altri articoli sulle rovelle, anche di Settecannelle, ovvero sulle differenze morfologiche
fra le diverse popolazioni.

World Ranger Day 2022, il 29 luglio a Campello (Itri)

Si terrà il 29  Luglio l’annuale appuntamento con il World ranger day organizzato dal Parco Naturale dei Monti Aurunci a Campello nel comune di Itri. Nella giornata verranno organizzate diverse attività dedicate ai bambini con l’obiettivo di far conoscere l’attività del guardiaparco. Tra le attività previste, la meravigliosa vita delle api, dimostrazione e riprese con il drone, giochi attività di educazione ambientale, prova AIB simulazione incendio boschivo e percorso con fototrappole con monitoraggio di cassette nido.

Per informazioni rivolgersi al numero: 3495765475

Natura e Archeologia: 1° Campagna di Scavo S. Andrea – Campello

Sta per iniziare la prima campagna di scavo nel sito di S. Andrea di Campello, un evento importante che inizia un percorso di ricerca reso possibile dalla visione condivisa con l’Università degli Studi di Siena e le comunità locali, in primis il Comune di Campodimele.
A guidare gli studenti saranno il Prof. Franco Cambi ed il Dott. Edoardo Vanni. Insieme applicheranno con professionalità le strategie d’indagine stratigrafica ed i più alti standard di documentazione dei contesti archeologici col fine non solo di investigare e comprendere un sito ancora ignoto, ma di gettare le basi per uno studio più ampio sulla storia dei paesaggi antichi dei Monti Aurunci.
L’attività di scavo si svolgerà dal 04 al 22 luglio 2022, presso il sito di S. Andrea – Campello (Campodimele – Itri) e vi potranno partecipare gli studenti di triennale e magistrale.
Per Info e Iscrizioni  federico.saccoccio@unisi.it

Cultura e spettacolo, avviso pubblico per la costituzione di un elenco di operatori

Con Deliberazione del Presidente n.31 del 15/06/2022 il Parco Naturale dei Monti Aurunci ha istituito un ”Elenco dei Soggetti operanti nel campo della Cultura, dello Sport, del Turismo e dello Spettacolo”.

L’iscrizione all’Elenco rappresenta la condizione necessaria per l’eventuale affidamento di incarichi o stipula di convenzioni relative allo svolgimento di attività nell’ambito dei Settori della Cultura, Sport, Turismo e Spettacolo da parte dell’Ente.

All’Elenco possono essere iscritti singoli, società ed associazioni in possesso dei requisiti indicati nel “Regolamento dell’Elenco dei Soggetti operanti nel campo della Cultura, dello Sport, del Turismo e dello Spettacolo”.

L’iscrizione all’Elenco è disciplinata dal “Regolamento dell’Elenco dei Soggetti operanti nel campo della Cultura, Sport, Turismo e Spettacolo” disponibile nelle pagine web istituzionali dell’Ente.

Avviso Pubblico

Regolamento

Allegato 1 – domanda di iscrizione

Allegato 2 – Autorizzazione Trattamento Dati

“Alla scoperta degli alieni”

Sabato 11 giugno 2022, si terrà l’evento “Alla scoperta degli alieni”, per proteggere le nostre piante in boschi, parchi, giardini e vivai.

L’ evento comprenderà un’ escursione con esperti, per conoscere ed aiutare la nostra area protetta e proteggere il nostro ambiente naturale e uno stand informativo.

L’evento si terrà dalle ore 10:00, con ingresso gratuito, al Monumento Naturale Mola della Corte – Settecannelle – Capodacqua, in via Mola della Corte,34D, Fondi (LT).

Per maggiori informazioni:  0686210833 int.2

“Symposium on Social Transition and Climate Change”

Symposium on Social Transition and Climate ChangeIl  3-4 giugno 2022 al Castello Angioino di Gaeta si svolgerà il “Symposium on Social Transition and Climate Change”, un evento che verterà sul cambiamento climatico, una minaccia globale al nostro ben-essere socio-economico e di salute.
Venerdì 3 giugno alle ore 09:00 ci sarà l’accoglienza dei partecipanti con conseguenti saluti del Presidente del Parco dei Monti Aurunci Marco delle Cese e l’intervento del Direttore del Parco dei Monti Aurunci Giorgio De Marchis, sul contributo dinamico delle aree naturali protette per il contrasto del cambiamento climatico
 
La giornata andrà avanti fino alle ore 19:00 con conclusivo aperitivo sociale.
 
Sabato 4 giugno alle ore 09:00 ci sarà la visita al Castello di Gaeta e dalle ore 10:00 si discuterà insieme insieme a storici e storiche dell’ambiente, studiosi e studiose nel campo dei media, giornalisti e giornaliste, comunicatori e comunicatrici per andare oltre il giornalismo ambientale, inteso come ambito tematico, e ripensare il giornalismo come terreno d’espressione per le nuove generazioni che guardano da protagoniste ad un modello di convivenza pacifica tra i popoli, nel segno dell’equità e dell’utilizzo razionale delle risorse, con cui si concluderanno le due giornate.
L’evento sarà con ingresso libero gratuito e si terrà nel rigoroso rispetto di tutte le regole previste dalle normative anti Covid. Con attenzione e controllo per: distanziamento, sanificazione, dislocazione degli spazi, affollamento, verifica della temperatura corporea e con la richiesta a tutti e a tutte di indossare la mascherina.
A chiusura della manifestazione del venerdì, il Parco dei Monti Aurunci organizzerà “l’aperitivo aurunco”, con degustazione di prodotti tipici locali contestualmente ad un evento musicale acustico legato anch’esso alla tradizione.

Avviso per manifestazione d’interesse per l’incarico di redazione del piano per la riduzione dei danni da cinghiale (Sus scrofa, L.) nel Monumento Naturale di Montecassino

CinghialiL’Ente Parco Naturale dei Monti Aurunci, in qualità di Ente gestore del Monumento Naturale di Montecassino, rende noto, mediante il presente avviso, che intende verificare l’interesse di professionisti singoli o associati per l’affidamento di un incarico professionale per la redazione del piano per la riduzione dei danni da cinghiale (Sus scrofa, L.) nel Monumento Naturale di Montecassino, reso ai sensi della DGR del Lazio 676/2015.

 

Scarica l’avviso per la manifestazione d’interesse

Concessione in locazione di una porzione di immobile di proprietà dell’Ente Regionale Parco dei Monti Aurunci

Monticelli EsperiaLocalità Comune di Esperia (FR) – Via Vadillo snc.

L’Ente Regionale Parco Dei Monti Aurunci indice una procedura d’asta per la locazione della porzione di questo immobile adibito ad uso ufficio per attività sociali.

La porzione di immobile in oggetto è catastalmente identificata come segue: – n. 85,70 mq circa, Via Portone Vadillo snc, Piano Terra – Foglio 02 – particella 282 – sub.01

SOPRALLUOGHI
L’immobile potrà essere visionato negli orari concordati con l’Ufficio del Responsabile del Procedimento, previo appuntamento (Tel. 0771/598114 in orari d’ufficio – mail: info@parcoaurunci.it)

Avviso Pubblico Asta (pdf – 569Kb)

Modello A – (pdf – 152kb)

Modello B – (pdf 70Kb)

 

“Let’s Trail”

Domenica 15 Maggio 2022 si è concluso l’evento podistico di livello nazionale “Let’s Trail – Monti Aurunci Tra cielo e mare”, patrocinato dal Parco dei Monti Aurunci, dal Comune di Formia e dall’ Ente di Promozione sportiva ASI: giunti alla 6° edizione, l’ evento ha coinvolto circa 300 partecipanti, tra atleti e camminatori.
Con la presenza dell’ Assessore allo Sport del Comune di Formia, Eleonora Zangrillo ,sono stati premiati sul podio gli atleti Francesco Mallozzi e Oriana Quattrocchi, Marco de Meo e Giovanna Polverino, Davide Santoro e Tamara Ferrante.
Sport e Natura sui sentieri CAI del Parco dei Monti Aurunci.