5 edizione della XCP dei Lupi – Parco dei Monti Aurunci

I lupi degli Aurunci non si arrendono mai, questo un po’ il motto che sostiene la 5 edizione della XCP dei Lupi – Parco dei Monti Aurunci, gara di valenza nazionale (ID gara 157049), che malgrado la situazione di emergenza sanitaria che ci vede tutti coinvolti, si terrà il 18 aprile 2021 come sempre nella suggestiva cornice del borgo di Pico (FR) e del territorio dei Monti Aurunci, comprensorio montano che lo circonda.

L’edizione di quest’anno vanta una caratura nazionale pertanto la partecipazione degli atleti potrà avvenire anche spostandosi da altre regioni, salvo restrizioni agli spostamenti dell’ultimo momento.

Il percorso di gara quest’anno vedrà una variazione al tema, con tragitti rinnovati per rendere sempre nuova una competizione che ogni anno vede partecipare numerosissimi atleti da tutta Italia.

Il tracciato infatti consisterà in un circuito di 40 km e 1600 mt di dislivello, ovviamente non mancheranno single track e difficolta tecniche per mettere alla prova gli atleti, come al solito non sarà una passeggiata!

Un substrato di terra compatta ma al contempo ricco di rocce affioranti, richiede abilità tecniche e di equilibrio nonché robusti pneumatici con buon grip in grado di sapersi adattare alle repentine variazioni del terreno che si affronta lungo il percorso.

Per tutti gli interessati le iscrizioni possono avvenire tramite il sito web di Endu www.endu.com al costo di € 25.00, importo che sarà rimborsato in caso di annullamento della competizione per motivi legati esclusivamente all’emergenza sanitaria COVID19, annullamento che sarà eventualmente comunicato su tutti i canali di comunicazione dell’ASD MTB Pico.

Per chi avesse già l’abbonamento al circuito Terre Ciociare 2020, si ricorda che la stessa iscrizione rimane valida a tutti gli effetti e pertanto non è necessario ripetere nuovamente la procedura.

Attuazione di interventi a sostegno delle destinazioni turistiche del Lazio – il Parco Naturale dei Monti Aurunci apre ai partner privati

La Regione Lazio con determinazione n. G01320 del 10 febbraio 2021 ha pubblicato l’avviso pubblico “Attuazione di interventi a sostegno delle destinazioni turistiche del Lazio” . Con l’Avviso la Regione intende sostenere il proprio territorio al fine di valorizzare le eccellenze presenti nei più importanti segmenti turistici. Il bando è finalizzato all’erogazione di contributi per favorire uno dei settori più penalizzato dall’emergenza Covid 19: quello turistico appunto, valorizzando le eccellenze del territorio sotto il profilo culturale, artistico, archeologico, storico, naturalistico, religioso, enogastronomico e sportivo.

E’ in questo contesto che nasce la proposta del Parco Naturale dei Monti Aurunci il quale, con deliberazione n. 13 del 22/03/2021 si è reso disponibile, in veste di Soggetto Promotore, a rappresentare un raggruppamento informale che si costituirà in Associazione Riconosciuta composto dai seguenti Enti Pubblici: Parco Naturale dei Monti Aurunci, Parco Regionale Riviera di Ulisse, Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Comune di Cassino, Comune di Minturno, Comune di Gaeta, Comune di Castelforte, Comune di Santi Cosma e Damiano, Comune di Spigno Saturnia, Comune di Itri, Comune di Pontecorvo, Comune di Sant’Elia Fiumerapido.

Obiettivo dell’associazione la costituzione di una DMO – Destination Management Organization, ovvero un organismo di natura pubblica o pubblico – privata responsabile del management e del marketing di una determinata destinazione turistica mediante la gestione coordinata di tutti gli elementi che la compongono e che adotta un approccio strategico per promuovere, commercializzare e gestire flussi turistici.

In virtù di ciò la compagine pubblica decide di emanare un avviso pubblico finalizzato ad individuare i partner privati che vogliano entrare a far parte della D.M.O. che avrà come obiettivo la promozione dei due ambiti territoriali individuati dall’avviso pubblico: il Litorale Laziale e la Ciociaria, assumendo all’interno dell’associazione un ruolo proattivo e compartecipando economicamente alla sua costituzione.

I soggetti interessati sono invitati a presentare la manifestazione di interesse secondo il modello allegato entro e non oltre le ore 20:00 del 19 aprile 2021.

La modulistica e l’avviso sono scaricabili dal sito www.parcoaurunci.it dove sarà allestita anche una sezione FAQ per richiesta chiarimenti

Avviso

Modello domanda (Allegato 1)

F.A.Q.

per chiarimenti sull’avviso pubblico inviare un’email a info@parcoaurunci.it 

le risposte saranno pubblicate in questa pagina

Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili

Il Parco Naturale dei Monti Aurunci da tempo è impegnato nella piantumazione degli alberi in tutto il territorio del Lazio nell’ambito del Progetto Ossigeno.
Immettere ossigeno, abbattere le immissioni e lottare contro il cambiamento climatico, ecco tutto questo rientra appieno nell’iniziativa M’iIlumino di Meno, nella quale l’Università di Cassino ci coinvolge ormai da due anni. Noi siamo fieri di questo rapporto istituzionale non solo con l’Ateneo, ma anche con il Comune. Una comune battaglia per mettere in campo e attuare iniziative a tutela dell’ambiente e dalla sostenibilità ambientale.

GIORGIO DE MARCHIS – direttore del Parco dei Monti Aurunci

Diretta streaming sul canale YouTube Unicas 👇

www.youtube.com/c/unicaschannel

Convocazione per il colloquio di selezione relativo al programma “Insieme per il sociale” e ai progetti di Servizio Civile Universale

Si informa la SV che il giorno 30 del mese di Marzo dell’anno 2021 alle ore 9:00 presso la sede del Vivaio del Parco dei monti Aurunci – Valle Troglia – I TRAVERSA (ex istituto agrario) si svolgeranno i colloqui per la selezione dei volontari di servizio civile universale che saranno impiegati nei progetti di servizio civile “SALVAGUARDIA E TUTELA DEL PARCO MONTI AURUNCI E PARCO MONTI AUSONI E LAGO DI FONDI”.

Le selezioni si terranno online su piattaforma webmail con le attrezzature tecnologiche fornite dall’Ente (pc, webcam e connessione internet).

Seguendo le disposizioni comunicate dalla Presidenza del Consiglio: “Circolare del 24 febbraio 2021 recante “Indicazioni sulle modalità operative di svolgimento dei colloqui degli aspiranti operatori volontari del servizio civile universale”, i candidati dovranno obbligatoriamente:

1) presentarsi da soli e senza alcun tipo di bagaglio (salvo situazioni eccezionali, da documentare);

2) non presentarsi presso la sede concorsuale se affetti da uno o più dei seguenti sintomi:

a. temperatura superiore a 37,5°C e brividi;

b. tosse di recente comparsa;

c. difficoltà respiratoria;

d. perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell’olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia);

e. mal di gola.

3) non presentarsi presso la sede di svolgimento dei colloqui se sottoposti alla misura della quarantena o isolamento domiciliare fiduciario e/o al divieto di allontanamento dalla propria dimora/abitazione come misura di prevenzione della diffusione del contagio da COVID-19;

4) presentare all’atto dell’ingresso nell’area concorsuale un referto relativo ad un test antigenico rapido o molecolare, effettuato mediante tampone oro/rino-faringeo presso una struttura pubblica o privata accreditata/autorizzata in data non antecedente a 48 ore dalla data di svolgimento delle prove;

5) indossare obbligatoriamente, dal momento dell’accesso alla sede di svolgimento dei colloqui sino all’uscita, la mascherina di protezione delle vie respiratorie che il candidato dovrà procurarsi autonomamente.

Gli obblighi di cui ai numeri 2 e 3 devono essere oggetto di un’apposita autodichiarazione che il candidato deve produrre, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, sotto la propria responsabilità e consapevole di quanto disposto dall’art. 76 dello stesso DPR e delle conseguenze di natura penale in caso di dichiarazioni mendaci, e deve consegnare al personale addetto alla sua identificazione.

Le ricordiamo di presentarsi al colloquio munito obbligatoriamente di un documento d’identità in corso di validità e del codice fiscale. In caso di mancata presentazione alla selezione alla data, all’ora e nel luogo indicati, il candidato sarà considerato rinunciatario e pertanto verrà escluso dalla selezione.

Elenco candidati

Progetto servizio civile – Salvaguardia Parco Naturale Monti Aurunci

Approvato il nuovo Statuto del Parco

La Regione Lazio ha approvato il nuovo statuto del Parco Naturale dei Monti Aurunci. Il fondamentale documento redatto dal Parco e inviato alla Pisana per il via libero definitivo della Giunta Regionale, si compone di Ventidue articoli in cui è stato messo nero su bianco ogni aspetto dell’organizzazione, della gestione e delle competenze dell’ente Parco.

Lo Statuto si compone di quattro Capi, nel Primo (dall’articolo 1 all’articolo 7), vengono trattate le disposizioni generali (Finalità, Competenza, Logo, Partecipazione popolare e Procedimento amministrativo). Nel Capo Secondo (dall’articolo 8 all’articolo 17), viene riportato ogni aspetto legato agli organi istituzionali (Presidenza, Consiglio direttivo e funzionamento della Comunità del Parco). Nel Capo Terzo (dall’articolo 17 all’articolo 19), è reperibile il funzionamento della Struttura organizzativa (il Personale e il Direttore). Nel capo Quarto (articolo 20), c’è il Bilancio, i Contratti e ogni altro aspetto contabile. Nell’ultimo Capo, il quinto (articoli 20 e 21), le disposizioni finali (Approvazione Statuto, Modifiche e Disposizioni di rinvio).

Dotare il Parco dei Monti Aurunci di uno Statuto è stata una precisa volontà dell’organo d’indirizzo politico, guidato dal Presidente Marco Delle Cese, e dell’organo amministrativo, sotto la direzione di Giorgio De Marchis. L’obiettivo della gestione Delle Cese-De Marchis ha già dato prova d’innovazione gestionale dell’Ente, sia sotto il profilo della promozione e dei rapporti istituzionali, sia su quello regolamentario.

“Siamo soddisfatti – afferma il presidente Delle Cese – lo Statuto è solo l’ultima importante innovazione apportata all’interno dell’Ente Parco, ci auguriamo di poter procedere in questa direzione affrontando altri temi che da anni sono fermi in particolare il nodo del Piano del Parco che, ricordiamo, è ormai fermo dall’inizio degli anni 2000. Proseguendo su questa direzione ci auguriamo di dotare del Parco di tutti gli strumenti concessi dalla legge in particolare il Piano e il Regolamento Generale”.

“Dopo aver revisionato i Regolamenti nel 2019, a partire dal regolamento per la concessione dei contributi e degli immobili e soprattutto dopo aver determinato la nuova regolamentazione inerente il Taglio Bosco con l’adozione del nuovo disciplinare siamo arrivati alla revisione dello statuto . Questa amministrazione si sta distinguendo per la volontà di innovare e soprattutto per la capacità di concretizzare le idee ed i progetti”, sono state, invece, le parole del Direttore De Marchis.

Lo Statuto è visionabile sul sito internet istituzionale www.parcoaurunci.it nella sezione Amministrazione Trasparente

Natura Inclusiva, nell’evento al Parco del Circeo le buone pratiche nel Parco Aurunci

Il Direttore Giorgio De Marchis, intervenendo per un saluto istituzionale nell’evento “Natura Inclusiva: buone pratiche e inclusione sociale” organizzato da organizzazioni del Terzo Settore, come la Società Cooperativa Sociale “Diafora”, l’A.P.S. “Il Sughero” e l’Istituto Pange Onlus, ha parlato di alcune buone pratiche in corso nel Parco dei Monti Aurunci e di prossima attivazione, mirate alla inclusione e integrazione sociale.

Il Direttore ha evidenziato il progetto denominato “Ortoterapia” realizzato nel centro del Parco a Monticelli di Esperia,in collaborazione con comunità terapeutiche del cassinate, che ha visto la partecipazione attiva di soggetti seguiti dai centri, assistiti dai tecnici del Parco, impegnati nella piantumazione di essenze autoctone, nel recupero di piante da frutto antiche.
Il progetto è durato un anno ed ha ricevuto un vasto apprezzamento in particolare tra i soggetti seguiti che sta facendo riflettere sulla sua proroga.

Un altro importante progetto è stato attivato nel Vivaio forestale di Itri dove per oltre un anno diversi giovani dei progetti Sprar sono stati coinvolti nelle attività vivaistico forestali.

Infine sono state illustrate le attività di educazione ambientale svolte nel Monumento Naturale di Settecannelle a Fondi gestito dal Parco Naturale dei Monti Aurunci, che nei prossimi mesi, oltre alle attività previste dal Parco si svolgeranno programmi di educazione ambientale realizzati associazioni e centri terapeutici, tra i quali figurano anche soggetti promotori dell’evento odierno nel Parco Nazionale del Circeo.

Il Festival della Zampogna a Maranola

Il Festival della Zampogna, la XXV edizione del festival di Musica e Cultura Tradizionale sabato 17 e domenica 18 novembre a Maranola

Giunto quest’anno alla XXV edizione il Festival della Zampogna si caratterizza, come sempre, per essere un appuntamento di musica e cultura popolare di grande interesse.

Patrocinato dal Parco dei Monti Aurunci e da altri Enti locali, il Festival della Zampogna è diventato nel corso degli anni un punto di riferimento per tutti gli specialisti e gli appassionati del settore.

Inoltre, oltre l’aspetto musicale, in questa edizione sarà dato ampio spazio alle attività di liuteria tradizionale e di produzione artigianale con stand dedicati agli strumenti musicali, oggettistica tradizionale, attrezzi di uso contadino e pastorale e alla formazione di giovani musicisti e autori attraverso un premio speciale a loro rivolto.

Non mancheranno ospiti importanti della musica italiana e internazionale e altre iniziative laboratoriali, seminariali e concertistiche.

Avviso Pubblico per l’alienazione di un autocarro di proprietà dell’Ente Parco dei Monti Aurunci – Autocarro modello Tata Pick-up 2.0

Avviso Pubblico per l’alienazione di un autocarro di proprietà dell’Ente Parco dei Monti Aurunci.

Nr. 1 lotto. Autocarro modello Tata Pick-up 2.0 TDI 4×4, targa BT327CH.

Scarica i documenti (PDF):
Avviso Pubblico del 26/10/2018
Rettifica Avviso Pubblico del 09/11/2018
Allegato 1 – Modulo Offerta
Allegato A – Immagini automezzo

Le offerte per il lotto dovranno pervenire all’Ufficio protocollo dell’Ente Parco entro le ore 13:00 del giorno 26 novembre 2018.

I Monti Aurunci nel vortice della seconda guerra mondiale

Sabato 17 novembre ci sarà un evento a cura dell’Associazione Linea Gustav, promosso dall’Ente Regionale Parco dei Monti Aurunci, con il patrocinio del Comune di Campodimele (LT) e che si avvale della collaborazione di Progetto Summa Ocre.
L’iniziativa, che avrà luogo nel territorio di Campodimele (LT), è articolata in tre fasi: escursione eco-storica nei luoghi del conflitto, con illustrazione delle operazioni militari che interessarono l’area di Valle Piana a Itri (ore 9:30); apertura e visita della mostra fotografica tematica itinerante dal nome “Prospettive dal fronte, con particolare riferimento ai fatti storici relativi al settore aurunco del teatro bellico” a Campodimele (ore 16:00); a seguire esibizione musicale del Mo Benedetto Vecchio, accompagnato dai musicisti del progetto MBL che eseguiranno brani profondamente connessi alle tematiche della guerra nel Basso Lazio (ore 18:00).
Per maggiori dettagli
visita il sito www.gustavline.it

Novembre di escursioni nel Parco dei Monti Aurunci

“Tra i colori ed i profumi del Parco Naturale dei Monti Aurunci”, è il titolo del fitto calendario escursionistico proposto dalla Guida Ambientale Escursionistica Daniele Ruggeri per il mese di novembre nel Parco dei Monti Aurunci.

Si partirà domenica 11 novembre con “l’Anello di Monte Ruazzo” con partenza dal Rifugio Acquaviva.

Per informazioni e prenotazioni: Daniele Ruggieri 320 7045652