Successo per la Prima Edizione del Concorso Primo Premio dell’Oliva Itrana

Il commissario del Parco Fiorelli Casale

Una Celebrazione della Eccellenza Olearia e della Biodiversità nel Cuore di Itri

Un momento della premiazione del concorsoSi è conclusa con grande successo la prima edizione del Concorso Primo Premio dell’Oliva Itrana, un evento straordinario che ha coinvolto produttori, esperti, e appassionati, consolidandosi come un appuntamento imperdibile per la valorizzazione dell’Oliva Itrana, una delle principali risorse economiche e culturali del territorio di Itri.

L’evento tenutosi il 7 gennaio 2024 presso l’Aula Consiliare del Comune di Itri, arricchito da un qualificato convegno di studi, ha visto la partecipazione di numerosi esperti del settore, oltre a rappresentanti istituzionali, tra cui il Commissario del Parco Naturale dei Monti Aurunci, Fiorello Casale, che ha sottolineato l’importanza di preservare e valorizzare l’oliva itrana all’interno dell’area naturale protetta.

La Commissione di assaggio ha assegnato i premi ai primi tre classificati delle due categorie in competizione, l’Oliva di Gaeta DOP e l’Itrana bianca. La serata finale, svoltasi ieri sera presso la Sala Consiliare del Comune di Itri, è stata un momento emozionante in cui sono stati consegnati i premi ai vincitori. A tutti i concorrenti ammessi alla selezione è stato rilasciato un attestato di partecipazione, sottolineando il valore della partecipazione di ciascun produttore.

Il Commissario del Parco Naturale dei Monti Aurunci, Fiorello Casale, ha dichiarato: “L’Oliva Itrana rappresenta una delle eccellenze del nostro territorio, non solo dal punto di vista economico ma anche in termini di biodiversità. La promozione e la valorizzazione di questa produzione all’interno dell’area naturale protetta sono strategiche per la conservazione del nostro patrimonio ambientale. Il Concorso Primo Premio dell’Oliva Itrana offre un’opportunità unica per sottolineare l’importanza di conciliare la produzione olivicola con la tutela della biodiversità. È un passo significativo verso la creazione di un modello sostenibile che possa ispirare altre realtà.”

Escursione su Monte Ruazzo e la valle di Sciro – Sabato 16 settembre 2023

La rassegna “Viviparchidelazio” prosegue con l’escursione su Monte Ruazzo sabato 16 settembre, promossa dal Parco Naturale dei Monti Aurunci in collaborazione con l’associazione Trek Medpersonalized celtics jersey
kansas city chiefs crocs
air jordan sale
velvet-rose-personal-water-based-lubricant
jordan air force 1
custom hockey jerseys
nike air max 270 women’s
ja marr chase youth jersey
custom paintball jerseys
philadelphia eagles crocs
nike air force jordan
cheap human hair wigs
custom paintball jerseys
yeezy boost 350 v2 black
yeezy sale
.

Dalla cima di Monte Ruazzo, che con i suoi 1314 m è una tra le vette più alte dei Monti Aurunci, gli escursionisti potranno apprezzare lo stupendo panorama sulla Valle di Sciro.

Il percorso di circa 8 km con un dislivello di 540 m per un tempo di percorrenza previsto di sette ore, impone l’uso di scarpe da trekking e zaino.

Per i partecipanti l’appuntamento è per sabato 16 settembre alle ore 9:00 in Piazza Mercato Nuovo, via O. Spaventola a Formia presso l’ingresso principale, rientro previsto alle 16:00 circa.

L’evento è gratuito e necessita di prenotazione che può essere effettuata tramite whatsapp al n. 3475087535

Ambientiamoci-nema, questa sera alle 21 la serata finale della rassegna di corti dedicati alla tutela della natura

Tutto pronto ad Itri presso la Corte Comunale per AMBIENTIAMOCI-NEMA, la Rassegna Cinematografica organizzata dal Parco Naturale dei Monti Aurunci in collaborazione con l’Associazione Respiriamo Cultura nell’ambito degli eventi estivi #viviparchidelazio realizzati con il contributo della Regione Lazio. Tre appuntamenti, tanti ospiti e proiezioni con l’intento divelvet-rose-personal-water-based-lubricant
adidas yeezy boost 350 v2 mono ice
wmns air max 270
human lace front wigs
jordan retro 4
custom sublimated hockey jerseys
air jordan 4 retro military black
air jordan 1 element
sex toys for couples
best human hair wigs for black females
best human hair wigs for black females
black friday wig sale
custom nhl hockey jerseys
air jordan 4 retro military black
durex intense vibrations ring
sensibilizzare e offrire una panoramica sulla cinematografia green. Spinti dal bisogno di indagare su alcuni degli scenari più recenti per proporre nuove prospettive sulle tematiche emergenti in materia ambientale utili ad arricchire il senso comune su un tema ampiamente discusso nello scenario pubblico a noi contemporaneo.
La rassegna presentata da Robert Rivera ed introdotta da Marta Cardogna e Jennifer Assaiante è anche un momento per fornire spunti di riflessione sulla bellezza, la ricchezza e la fragilità del nostro pianeta.
Dopo il successo del 27 Agosto e del 3 Settembre con la presenza di svariati ospiti come il direttore del Parco Monti Aurunci dott. Giorgio de Marchis, il dott. Simone Di Biasio, il giornalista Andrea Brengola e l’assessora all’ambiente della Regione Lazio Elena Palazzo, ci rincontriamo ad Itri Giovedì 7 Settembre per AMBIENTIAMOCI-NEMA.
La serata sarà incentrata sulla tematica ambientale utile per continuare a riflettere sull’argomento e per proporre nuove prospettive. Ospiti della serata la scrittrice Rossella Tempesta e il dott. Federico Saccoccio con i quali si affronterà un dibattito costruttivo seguendo il filone delle precedenti serate. La direzione artistica della serata sarà condotta dal dott. Virginio Palazzo. A seguire la proiezione di cortometraggi e documentari per ampliare il panorama tematico fin qui proposto.
Conoscere il nostro pianeta è un passo verso il proteggerlo ed anche il Cinema può essere uno strumento adatto per discutere, sensibilizzare e condividere visioni sull’argomento.

Estate nel Parco Aurunci, sabato 26 agosto escursione notturna sul Monte Trina

Proseguono gli eventi organizzati dal Parco dei Monti Aurunci all’interno della rassegna “Vivi i parchi del Lazio”

Monte TrinaDopo il partecipato evento notturno del 10 agosto con l’escursione astronomica sul Monte Redentore, per sabato 26 agosto è prevista l’escursione per raggiungere la vetta del Monte Trina, tra le meno conosciute del Parco dalla quale si può godere di un panorama dal Circeo alle isole Pontine.

Il percorso ha una lunghezza di circa 9 km, la partenza è prevista per le ore 17:00 sul valico di San Nicola nei pressi del Woodpark.
custom paintball jerseys
nike air max 90
custom youth basketball uniforms
air max 270 women
nike air max alpha trainer 5
ja marr chase youth jersey
custom paintball jerseys
custom made baseball jerseys
air jordan 4 retro military black
custom made baseball jerseys
nike air max alpha trainer 5
sex toys for couples
nike air max alpha trainer 5
durex intense vibrations ring
best human hair wigs for black females

L’escursione ha una durata di circa 5 ore (andata e ritorno), gli escursionisti saranno accompagnati dalle guide ambientali AIGAE dell’associazione Trek Med.

L’evento è gratuito e necessita di prenotazione che può essere effettuata tramite whatsapp al n. 3475087535 oppure inviando una e-mail a: infotrekmed@gmail.com 

locandina

World Ranger Day 2023

Il 31 luglio l’annuale appuntamento con i guardiaparco a Campello-Itri

Torna il 31 luglio l’annuale appuntamento organizzato dal Parco dei Monti Aurunci in località Campello a Itri.

Il World Ranger Day viene celebrato per commemorare i rangers che sono stati uccisi o feriti nell’esercizio del loro dovere a tutela della natura, dei parchi e delle foreste.

La giornata celebra anche il lavoro dei guardiaparco per proteggere il patrimonio culturale e i tesori naturali del pianeta.

L’evento si terrà presso l’Agsweet-vibrations-vibrating-male-stroker
adidas yeezy sale
sweet-vibrations-vibrating-male-stroker
nike air max 95
nike air max 90
adidas yeezy sale
adidas yeezy 700 v3
human lace front wigs
soccer jerseys for sale
wmns air max 270
nike air max 95
custom hockey jerseys
yeezy shoes
custom triathlon jersey
custom basketball uniforms
riturismo Campello nel comune di Itri, è rivolto principalmente ai bambini ma anche a coloro che sono interessati ad approfondire le attività della natura.

Grazie alla collaborazione con i guardiaparco delle altre Aree Naturali Protette del Lazio saranno organizzate diverse attività ludiche e didattiche di educazione ambientale tra le quali: l’albero habitat e la vita del bosco, la meravigliosa vita delle api, dimostrazione e riprese con drone S.A.R.P. (sistema aeromobile a pilotaggio remoto), giochi e attività didattiche di educazione ambientale, prove A.I.B. (simulazione spegnimento incendio boschivo), illustrazione progetto Tartalazio (monitoraggio e gestione dei nidi di tartaruga Caretta caretta e dimostrazione di come si svolge l’attività d’inanellamento degli uccelli migratori con attrezzi, reti ed anelli), percorso foto trappole con monitoraggio casette nido, reintroduzione in natura di fauna selvatica a cura del C.R.A.S. (centro recupero animali selvatici del Parco Riviera di Ulisse), artigianato, dimostrazione di mungitura e produzione di formaggio caprino.

Per informazioni e prenotazioni:

per le attività: 349 5765475

per il pranzo: 339 2730933 / 330478057

locandina evento e programma (file pdf)

Il 14 e 15 gennaio alla scoperta della Via Francigena a sud nel Lazio

La DMO  Via Francigena a sud nel Lazio ci porta a tra Itri e Fondi per conoscere “Il Sentiero degli Eremiti” un suggestivo cammino tra natura, tradizione e storia.
Di seguito il programma e i contatti per info e prenotazioni.
Buon cammino!

PROGRAMMA
14 GENNAIO Itri – santuario della Civita – Ostello Ossigeno circa 8 Km
Arrivo a Itri alle Ore 9:00 trasferimento con pullman privato dalla Stazione al centro di Itri, incontro- accoglienza con rappresentanti Amministrazione Locale, in Piazza Umberto I. Breve visita del Centro Storico.
Si parte dal centro cittadino lungo la strada Civita Farnese voluta fortemente dai re di Napoli e dal papato per favorire il pellegrinaggio al santuario della Madonna della Civita protettrice della città di Itri, in contrada Raino si devia dalla strada per prendere il sentiero che annualmente i devoti percorrono per andare in pellegrinaggio presso il santuario, successivamente si riprende la Civita Farnese per raggiungere l’Ostello Ossigeno. Sul percorso si incontrano molte edicole votive lungo il sentiero.
Cena , pernottamento e colazione presso Ostello Ossigeno euro 45

15 GENNAIO Ostello Ossigeno – Fondi circa 15 Km
Dall’ostello ossigeno si prende il sentiero che costeggia il monte le Vele e raggiunge l’antico eremitaggio benedettino di San Vennitto, da qui attraverso sentiero CAI si raggiunge l’orto botanico in località crocette e la chiesa di Santa Maria Romana (o vallumana) con la caratteristica sorgente, dalla chiesa si imbocca il sentiero che porta verso Fondi passando per l’antico insediamento preromano di pianara, recentemente indagato da archeologi delle università di Pavia e Siena, in ultimo si raggiunge Fondi e villa Placitelli dove tra gli alberi di agrumi si possono scorgere i resti di un tempio dedicato alla dea egizia Iside, merenda presso la Casa del Pellegrino .

INFO E PRENOTAZIONI 320 61 96 535
segreteria@dmofrancigenasudlazio.it

Festa dell’albero

Il Comune di Itri, in collaborazione con l’Istituto Scolastico Comprensivo, con l’Asilo Nido Comunale e la Scuola dell’Infanzia Maria Regina Immacolata, celebrerà la Giornata Nazionale degli Alberi.

L’evento si terrà il 22 novembre, con il ritrovo fissato alle ore 10:00 presso  l’Asilo Nido Comunale. La manifestazione proseguirà presso l’Istituto Maria Regina Immacolata e infine presso l’Istituto Comprensivo di Itri.

I Monti Aurunci nel vortice della seconda guerra mondiale

Sabato 17 novembre ci sarà un evento a cura dell’Associazione Linea Gustav, promosso dall’Ente Regionale Parco dei Monti Aurunci, con il patrocinio del Comune di Campodimele (LT) e che si avvale della collaborazione di Progetto Summa Ocre.
L’iniziativa, che avrà luogo nel territorio di Campodimele (LT), è articolata in tre fasi: escursione eco-storica nei luoghi del conflitto, con illustrazione delle operazioni militari che interessarono l’area di Valle Piana a Itri (ore 9:30); apertura e visita della mostra fotografica tematica itinerante dal nome “Prospettive dal fronte, con particolare riferimento ai fatti storici relativi al settore aurunco del teatro bellico” a Campodimele (ore 16:00); a seguire esibizione musicale del Mo Benedetto Vecchio, accompagnato dai musicisti del progetto MBL che eseguiranno brani profondamente connessi alle tematiche della guerra nel Basso Lazio (ore 18:00).
Per maggiori dettagli
visita il sito www.gustavline.it

Scopri il Tuo Parco

Un weekend insieme, nel Parco Naturale dei Monti Aurunci, il 20 e 21 ottobre. “Scopri il Tuo Parco” sarà l’incontro tra coloro che questo territorio lo vivono. La due-giorni si terrà non a caso a Itri, lungo la Regina Viarum, in un centro che tutt’ora pone in comunicazione il Nord con il Sud lungo l’Appia, ma anche il mare con i monti attraverso il suo vasto comprensorio.

Si inizierà la mattina di sabato presso il Vivaio, con esposizioni di artigianato, laboratori per bambini e attività varie, per proseguire il pomeriggio per i vicoli del centro del paese in sinergia con la Pro Loco e con gli incontri istituzionali, fino alla degustazione, accompagnata dalla musica, in serata.

La domenica sarà dedicata alle attività all’aperto: mountain bike ed escursioni di vario tipo e difficoltà ci condurranno al momento conclusivo, conviviale e musicale, presso il Rifugio di Tozze per pranzo.

Tutti siete invitati a partecipare! Il Parco è di tutti, e tutti hanno il diritto di conoscerlo a fondo per apprezzarlo ed amarlo sempre di più!

 

Ibisco palustre, spettacolare fioritura nel Vivaio del Parco

Spettacolare come ogni anno la fioritura di ibisco palustre al vivaio del Parco dei Monti Aurunci. Il vivaio di Itri moltiplica e conserva le piante autoctone degli Aurunci e anche piante di antica introduzione nel territorio sud pontino, di interesse alimentare e ornamentale.
Molte piante nel mondo sono minacciate di estinzione o di erosione genetica, molte di esse subiscono la contrazione degli ambienti di origine. Le zone paludose e gli acquitrini, bonificati per la lotta alla malaria o eliminati per l’espansione degli insediamenti umani, sono ormai rari e costituiscono ecosistemi con catene alimentari complesse. La moltiplicazione degli ibischi palustri costituisce una missione per il vivaio del Parco, ripagata ogni anno dall’esplosione della fioritura di settembre.