Vivaio Forestale di Itri: nuove piantine per il futuro dei nostri boschi

Il cuore verde del Parco Naturale dei Monti Aurunci pulsa nel Vivaio Forestale di Itri, dove, tra serre e cassoni, germoglia il futuro dei nostri boschi. Qui, con dedizione e passione, gli addetti del Parco e i volontari del servizio civile si prendono cura di essenze autoctone, coltivando piantine che un giorno andranno a rimpinguare i parchi, i boschi e le foreste regionali, oltre a molte scuole e luoghi pubblici.

Dalla raccolta dei semi alla semina nei cassoni, ogni fase è curata con attenzione e competenza. Le giovani ginestre, corbezzoli e lecci crescono rigogliose nella serra del vivaio, nutrite dalla terra ricca e dal sole che filtra attraverso le vetrate.

Con pazienza e dedizione, gli addetti del vivaio si dedicano alla rimozione delle erbe infestanti, garantendo alle piantine lo spazio e le risorse necessarie per crescere forti e sane. Tra qualche mese, saranno pronte per la nuova campagna di “Ossigeno”, un’iniziativa che mira a coinvolgere la cittadinanza nella piantumazione di nuovi alberi e nella cura del territorio.

Il Vivaio Forestale di Itri rappresenta un esempio virtuoso di gestione sostenibile delle risorse forestali. Un luogo dove la natura viene preservata e valorizzata, in un’ottica di tutela ambientale e di sviluppo futuro.

Promuovere l’Educazione Ambientale attraverso il Programma GENS

Stanno riscontrando successo i programmi educativi svolti attraverso il programma GENS nel mese di Marzo e le attività in programma per Aprile e Maggio nel Parco Naturale dei Monti Aurunci.

A partire dal mese di marzo, oltre 1600 studenti provenienti da 11 istituti scolastici avranno l’opportunità di partecipare ad una serie di laboratori e uscite sul territorio incentrate sull’esplorazione e la conoscenza dell’ambiente naturale che circonda il Parco. Tra le attività svolte si sono distinte esperienze coinvolgenti come l’Orienteering nelle Aree Protette, la Lavorazione Artigianale delle Fibre Naturali e l’importante iniziativa “OSSIGENO”, che ha visto gli studenti impegnati nella piantumazione di alberi per contrastare i cambiamenti climatici.

Inoltre, sono state organizzate attività ulteriori rispetto al progetto GENS che hanno coinvolto circa 100 alunni, tra cui escursioni, incontri e percorsi formativi mirati come il Percorso PCTO sull’Aspetto Geologico del Territorio presso l’Istituto Superiore “Pacinotti” di Fondi e l’Escursione sul territorio Aurunco con focus su “Mare e Monti” per gli studenti dell’I.C. Viale Venezia Giulia di Roma.

Guardando avanti, nel periodo di Aprile e Maggio, il programma GENS continuerà a offrire un’ampia varietà di laboratori educativi, tra cui “Insetti Alieni”, “Di Fiore in Fiore”, “CercaNatura” e “Giardino delle Farfalle”. Inoltre, sono previste ulteriori attività  GENS che coinvolgeranno circa 400 alunni, tra cui visite guidate al  e incontri sull’importanza dell’Acqua come risorsa e bellezza naturale presso il Monumento Naturale di Settecannelle.

Il Parco Naturale dei Monti Aurunci riconosce l’importanza cruciale dell’educazione ambientale per promuovere la consapevolezza e la protezione del nostro prezioso patrimonio naturale. Attraverso il programma GENS, continueremo a fornire esperienze coinvolgenti e significative per gli studenti, ispirandoli a diventare futuri custodi della natura.

Una Tavola Rotonda per la Sostenibilità: il ruolo del Parco dei Monti Aurunci nella collaborazione universitaria

Il 16 febbraio, il Commissario del Parco Naturale dei Monti Aurunci, Fiorello Casale, ha partecipato a una tavola rotonda presso l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, un evento significativo che evidenzia l’importanza della collaborazione tra istituzioni per la promozione della sostenibilità ambientale e dello sviluppo locale.

Nel contesto dell’impegno crescente per la sostenibilità ambientale e il benessere delle comunità locali, il Parco Naturale dei Monti Aurunci ha recentemente partecipato a una tavola rotonda organizzata dall’Università di Cassino e del Lazio Meridionale. Questo evento, svoltosi il 16 febbraio, ha messo in luce il ruolo cruciale che il Parco e le istituzioni accademiche possono svolgere nella promozione della sostenibilità e della conservazione ambientale.

La tavola rotonda ha offerto un’opportunità preziosa per discutere delle sfide ambientali attuali e delle strategie per affrontarle in modo efficace. Il Commissario del Parco, Fiorello Casale, ha sottolineato l’importanza della collaborazione tra il Parco dei Monti Aurunci e l’Università di Cassino, evidenziando come insieme possano svolgere un ruolo fondamentale nella sensibilizzazione della comunità locale e dei visitatori sull’importanza della tutela ambientale.

Durante l’evento, sono emerse diverse iniziative congiunte tra il Parco e l’Università, tra cui la piantumazione di alberi per migliorare la biodiversità dell’area protetta, la promozione del turismo sostenibile e la valorizzazione della produzione alimentare locale attraverso la filiera corta. Queste attività non solo contribuiscono alla conservazione dell’ambiente naturale, ma anche alla creazione di opportunità economiche e alla promozione della cultura locale.

Inoltre, la tavola rotonda ha evidenziato l’importanza di coinvolgere attivamente la comunità e i visitatori nelle iniziative volte alla sostenibilità ambientale. Eventi come il Climbing for Climate, organizzato nel Monumento Naturale di Montecassino, offrono un’occasione unica per sensibilizzare il pubblico sui cambiamenti climatici e sull’importanza della conservazione dell’ambiente naturale.

In conclusione, la partecipazione del Parco dei Monti Aurunci alla tavola rotonda organizzata dall’Università di Cassino e del Lazio Meridionale rappresenta un importante passo avanti nella promozione della sostenibilità e nella collaborazione tra istituzioni per il bene comune. Continueremo a lavorare insieme per proteggere e valorizzare il nostro prezioso patrimonio naturale, per le generazioni presenti e future.

🚨📢 Rinvio evento 🚨📢

L’escursione prevista sulla Via Francigena organizzata dal Gruppo dei Dodici, programmata per Sabato 10 Febbraio è stata RINVIATA a causa delle condizioni meteorologiche avverse.
La nuova data è fissata per Sabato 17 Febbraio.
Ci scusiamo per eventuali inconvenienti e speriamo che questa modifica non precluda la vostra partecipazione. Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti.

Esplora la Via Francigena con il Gruppo dei Dodici – Sabato 10 Febbraio!

🌟🚶‍♂️🌍 Esplora la Via Francigena con il Gruppo dei Dodici – Sabato 10 Febbraio! 🌟🚶‍♀️🌍

Siete pronti per un’avventura indimenticabile lungo la Via Francigena? L’Associazione “Gruppo dei Dodici” annuncia un nuovo emozionante appuntamento per esplorare i luoghi suggestivi lungo questo antico percorso!

📅 Quando: Sabato 10 Febbraio
📍 Dove: Partenza da Itri, arrivo a Formia
🚶‍♂️ Itinerario: Affronteremo una salita dolce all’inizio della tappa, per poi scendere lungo i colli itrani fino alla splendida spiaggia di Vindicio, e infine raggiungere la città di Formia. Lungo il percorso, attraverseremo oliveti secolari, stradine di campagna e passeremo accanto alla suggestiva chiesa abbandonata di S.Angelo dei Marzi. Non mancherà il passaggio sotto il maestoso Ponte Ferroviario dell’800, conosciuto come dei “25 ponti”. Infine, ci godremo il pittoresco lungomare fino al cuore del centro di Formia.
🤝 Accoglienza: Il gruppo sarà calorosamente accolto al punto informativo del Comune di Itri.

Partecipare a questa escursione è un’opportunità unica per immergersi nella storia e nella bellezza dei luoghi attraversati dalla Via Francigena, mentre si condivide questa esperienza con altri appassionati di trekking e cultura.

Per ulteriori informazioni e per prenotare https://forms.gle/TfuKXQdaUCAysgSMA .

Il Parco Naturale dei Monti Aurunci ha concesso il patrocinio a questo evento, che rende possibile la scoperta di questi straordinari territori.

👣 #ViaFrancigena #Escursione #Itri #Formia #Cultura #Natura #GruppoDeiDodici #Parcoaurunci 👣

Successo per la Prima Edizione del Concorso Primo Premio dell’Oliva Itrana

Il commissario del Parco Fiorelli Casale

Una Celebrazione della Eccellenza Olearia e della Biodiversità nel Cuore di Itri

Un momento della premiazione del concorsoSi è conclusa con grande successo la prima edizione del Concorso Primo Premio dell’Oliva Itrana, un evento straordinario che ha coinvolto produttori, esperti, e appassionati, consolidandosi come un appuntamento imperdibile per la valorizzazione dell’Oliva Itrana, una delle principali risorse economiche e culturali del territorio di Itri.

L’evento tenutosi il 7 gennaio 2024 presso l’Aula Consiliare del Comune di Itri, arricchito da un qualificato convegno di studi, ha visto la partecipazione di numerosi esperti del settore, oltre a rappresentanti istituzionali, tra cui il Commissario del Parco Naturale dei Monti Aurunci, Fiorello Casale, che ha sottolineato l’importanza di preservare e valorizzare l’oliva itrana all’interno dell’area naturale protetta.

La Commissione di assaggio ha assegnato i premi ai primi tre classificati delle due categorie in competizione, l’Oliva di Gaeta DOP e l’Itrana bianca. La serata finale, svoltasi ieri sera presso la Sala Consiliare del Comune di Itri, è stata un momento emozionante in cui sono stati consegnati i premi ai vincitori. A tutti i concorrenti ammessi alla selezione è stato rilasciato un attestato di partecipazione, sottolineando il valore della partecipazione di ciascun produttore.

Il Commissario del Parco Naturale dei Monti Aurunci, Fiorello Casale, ha dichiarato: “L’Oliva Itrana rappresenta una delle eccellenze del nostro territorio, non solo dal punto di vista economico ma anche in termini di biodiversità. La promozione e la valorizzazione di questa produzione all’interno dell’area naturale protetta sono strategiche per la conservazione del nostro patrimonio ambientale. Il Concorso Primo Premio dell’Oliva Itrana offre un’opportunità unica per sottolineare l’importanza di conciliare la produzione olivicola con la tutela della biodiversità. È un passo significativo verso la creazione di un modello sostenibile che possa ispirare altre realtà.”

Opportunità di Servizio Civile Universale nel Parco Naturale dei Monti Aurunci

Il Parco Naturale dei Monti Aurunci annuncia l’apertura del bando per la selezione di operatori volontari per il Servizio Civile Universale 2024-2025. Un’opportunità unica di contribuire attivamente alla conservazione della nostra straordinaria biodiversità e promuovere il benessere nella comunità.

Scadenza per la presentazione delle domande: 15 febbraio 2024 alle ore 14.00

Con ben 23 posti disponibili all’interno del nostro Parco, il progetto “VIVERE I PARCHI: NATURA, BENESSERE, SOCIALITA'” vi offre la possibilità di immergervi completamente in un’esperienza che unisce il rispetto per l’ambiente e la promozione di uno stile di vita sano e sociale.

Per partecipare, seguite questi semplici passi:

  1. Individuate il Progetto e la Sede: Consultate la Scheda progetto per conoscere tutti i dettagli.
  2. Presentate la Domanda: Accedete alla piattaforma Domanda on line (DOL) entro il 15 febbraio 2024, alle ore 14.00. Utilizzate il link domandaonline.serviziocivile.it e selezionate il nostro progetto.
  3. Requisiti di Accesso: Verificate i requisiti di accesso, con particolare attenzione alle modalità di registrazione tramite SPID per i cittadini italiani. Ulteriori informazioni su come ottenere SPID sono disponibili sul sito agid.gov.it.

Per coloro che risiedono all’estero o sono cittadini dell’Unione europea, la procedura è altrettanto accessibile con apposite credenziali da richiedere seguendo le indicazioni sulla home page della piattaforma DOL.

Assistenza e Informazioni: Per assistenza nella compilazione della domanda, non esitate a contattare gli uffici dell’Ente Parco Naturale dei Monti Aurunci dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle ore 12.30 (martedì anche dalle 15.00 alle 16.00) al numero 338 491 5679.

Non lasciatevi sfuggire questa straordinaria occasione di contribuire al benessere della nostra comunità e alla salvaguardia del nostro prezioso patrimonio naturale.

Unisciti a noi nel rendere il Parco Naturale dei Monti Aurunci un luogo ancora più speciale!

Restiamo a disposizione per ulteriori dettagli e vi auguriamo buona fortuna per la vostra candidatura!

Parco Naturale dei Monti Aurunci: nuovo presidente della Comunità del Parco e Prospettive per il Futuro

Ieri, la comunità del Parco Naturale dei Monti Aurunci ha svolto un’importante assemblea
che ha portato alla nomina del nuovo Presidente, il Sindaco di Lenola, Fernando Magnafico.
Inoltre, il Sindaco di Itri, Giovanni Agresti, è stato eletto Vice Presidente. Entrambi i rappresentanti
sono stati unanimemente eletti dalla comunità,
segno di una forte fiducia da parte dei loro colleghi.
Il neo Presidente, Fernando Magnafico, ha espresso gratitudine verso
gli altri sindaci per la fiducia riposta in lui e ha sottolineato l’importanza della collaborazione tra la comunità,
che costituisce il cuore dell’ente parco, e le istituzionicustom youth basketball uniforms
unice hair wigs
adidas yeezy shoes
nike air max alpha trainer 5
philadelphia eagles crocs
luvme wigs on sale
luvme human hair wigs
velvet-rose-personal-water-based-lubricant
nike air jordan 1 elevate low
custom basketball uniforms
ja marr chase youth jersey
yeezy foam runner cheap
kansas city chiefs crocs
custom maple leafs jersey
yeezy boost 350 v2 hyperspace
territoriali. Ha manifestato la convinzione che questa sinergia
possa continuare a favorire la crescita dell’ente, consolidando il rapporto costruttivo tra il Parco e le istituzioni locali.
Inoltre, la comunità del parco ha espresso un unanime parere favorevole al Bilancio di previsione finanziaria dell’ente.
Durante la presentazione del Bilancio, il Commissario Fiorello Casale e il Direttore Giorgio De Marchis hanno illustrato i
progetti in programma per il 2024, concentrati sulla riqualificazione della rete sentieristica e sulla valorizzazione dei
prodotti locali, alla discussione ha preso parte il Revisore Unico Paola Carnevale.
Nel corso dell’assemblea, la comunità ha apportato importanti modifiche al Regolamento per il funzionamento, datato al 2010,
rendendolo più attuale e adattandolo alle esigenze contemporanee. Tra le novità, la possibilità di convocare riunioni online,
evidenziando l’impegno verso una gestione più moderna ed efficiente.
Il prossimo impegno della comunità sarà esprimere il parere sul rendiconto di bilancio e
procedere alla nomina di due nuovi membri del consiglio direttivo al termine del periodo di commissariamento.

La comunità del Parco Naturale dei Monti Aurunci guarda con ottimismo al futuro, sottolineando
il suo impegno continuo per la tutela e la valorizzazione di questo prezioso patrimonio naturale.

Un Nuovo Inizio per il Parco dei Monti Aurunci: Presentazione del Commissario Fiorello Casale

Il commissario Fiorello Casale
Il commissario Fiorello Casale

Sabato 18 novembre, presso l’Ostello Ossigeno a Itri, è stato annunciato un capitolo nuovo e promettente per il Parco Naturale dei Monti Aurunci. La conferenza stampa ha visto la presentazione del nuovo Commissario del Parco, Fiorello Casale, un momento significativo per la governance del territorio e la sua futura direzione.
sweet-vibrations-vibrating-male-stroker
best human hair wigs for black females
custom nhl hockey jerseys
custom paintball jerseys
yeezy boost 350 v2 black
cheap soccer jerseys
nfl jerseys cheap
dallas cowboys slippers mens
human lace front wigs
jordan max aura 4
dallas cowboys slippers mens
ja marr chase youth jersey
adidas yeezy boost 350 v2 dazzling blue
ja marr chase youth jersey
best human hair wigs for black females

Il Direttore Giorgio De Marchis ha aperto l’evento delineando la struttura di gestione rafforzata del Parco attraverso la nomina del Commissario e del Revisore dei Conti. Ha sottolineato l’importanza di questa transizione, evidenziando il ruolo cruciale del Parco nel preservare la bellezza e la biodiversità della regione.

Il neo-commissario Fiorello Casale ha espresso gratitudine per il sostegno ricevuto e ha iniziato il suo intervento con una visione ampia della vastità del Parco, paragonando i suoi 20.000 ettari a 30.000 campi da calcio. Ha enfatizzato la necessità di una stretta collaborazione con le istituzioni e ha evidenziato l’importanza di coinvolgere attivamente le comunità locali nella gestione sinergica del territorio.

Casale ha posto l’accento sulla definizione di una nuova identità visiva del Parco, un’immagine distintiva che rifletta la bellezza e la diversità del territorio. Ha sottolineato l’urgenza di riprendere il discorso sul piano del Parco, coinvolgendo le comunità locali, gli esperti ambientali e le istituzioni per garantire una visione inclusiva e sostenibile per il futuro.

L’educazione ambientale è emersa come priorità chiave nel discorso del Commissario, con menzione di convenzioni e partnership con università per promuovere la ricerca e lo sviluppo sostenibile.

Inoltre, l’Assessore Regionale Elena Palazzo ha condiviso progetti ambiziosi per potenziare il Parco, incluso il progetto “Gens” di Educazione Ambientale e il Vivaio Forestale di Itri. Ha annunciato l’idea del “Monumento Naturale di San Cristoforo,” evidenziando l’impegno per preservare importanti presenze di biodiversità.

L’Assessore Regionale Giancarlo Righini ha presentato considerazioni sulla riforma della Legge Regionale 29 del 1997, sottolineando l’importanza cruciale delle aree naturali protette nel contrastare il cambiamento climatico. Ha assicurato che non sono previsti tagli per le aree naturali protette e ha enfatizzato l’innovazione e la semplificazione come chiavi per il futuro dei parchi.

Il Senatore Nicola Calandrini ha concluso gli interventi evidenziando l’importanza di utilizzare efficacemente i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per massimizzare gli impatti positivi sul territorio.

Nel corso della conferenza stampa, i Consiglieri Regionali Vittorio Sambucci ed Enrico Tiero hanno espresso con forza l’impegno della Regione nel sostenere l’ambiente, i parchi e il turismo enogastronomico. Le loro parole risuonano come un segnale positivo per il futuro della tutela ambientale e la promozione delle bellezze naturali del territorio.

La conferenza stampa si è conclusa con la firma della concessione dell’area di Villa Iaccarini per la realizzazione di un parco avventura, rispettando principi di trasparenza e imparzialità.

In conclusione, il Parco Naturale dei Monti Aurunci guarda al futuro con una nuova leadership, impegnata nella tutela dell’ambiente, nell’educazione ambientale e nello sviluppo sostenibile, con la collaborazione attiva delle comunità locali e il sostegno delle istituzioni regionali.

Fiorello Casale è il nuovo commissario dell’ente parco

L’ingegnere Fiorello Casale è ufficialmente il nuovo commissario dell’ente parco naturale dei Monti Aurunci.

Nominato lo scorso 12 ottobre dal Presidente della Regnike air max 90
human lace front wigs
yeezy shoes for sale
custom youth basketball uniforms
custom paintball jerseys
best sex toys for men
bouncing putty egg
best jordans
philadelphia eagles jersey
unice hair wigs
yeezy boost 350 v2 hyperspace
wigs for sale
jordan proto max 720
dallas cowboy shop
nike air max sale
ione Lazio Francesco Rocca, con decreto n. T00209.

Laureato in Ingegneria civile all’Università degli studi di cassino e del Lazio Meridionale con una tesi in “Tecniche di Ingegneria Naturalistica per la stabilizzazione dei pendii” svolge la libera professione.

”È per me una grande emozione – afferma –  ricoprire questo incarico così prestigioso e strategico per il territorio. È un incarico di grande responsabilità, che mi accingo a svolgere con il massimo entusiasmo ed impegno, insieme alle istituzioni, alle associazioni e a tutti i soggetti portatori di interessi, per conseguire gli obiettivi di tutela e valorizzazione dell’ambiente, di promozione dell’agricoltura e di consolidamento del turismo sostenibile.
Dedicherò grande attenzione al rapporto con tutti i sindaci della comunità del parco e con loro stabilirò un confronto continuo.
Il parco naturale dei Monti Aurunci deve diventare punto di riferimento e volano di sviluppo per l’intero territorio del Lazio meridionale mettendo in rete gli interessi del terriotorio ed i progetti istituzionali.
La collaborazione e la professionalità del personale del Parco sarà fondamentale. Sono sicuro che, con il coinvolgimento ed il sostegno di tutti, raggiungeremo questi obiettivi. Ringrazio il Presidente della Regione Francesco Rocca per la scelta e per la fiducia accordatami, l’assessore alle aree naturali protette Giancarlo Righini per aver proposto la mia nomina”.